Latest Post

BULLET TRAIN – Mix di Giappone e caos americano. TEKKEN: BLOODLINE – Un adattamento decente, sì! DOCTOR STRANGE NEL MULTIVERSO DELLA FOLLIA

Benvenuti nell’angolino “Spoileriamo in allegria”!

Ovviamente, non si può stare zitti, riguardo le parti di trama spoilerose.

Quindi, chiunque non abbia ancora visto il film, non vada oltre.


Inizio con una cosa che ha lasciato perplesso sia me che il mio amico: essendo Palpatine sopravvissuto agli eventi de “Il Ritorno dello Jedi”, manda un po’ a farsi benedire tutto lo sviluppo di Darth Vader: nato Anakin Skywalker, corrotto, diventato cattivo, tornato poi buono e morto sacrificandosi proprio per uccidere Palpatine.

In pratica, uno dei migliori villain di sempre è morto per nulla.

Vabbè.

Passiamo ad altro.

Ci sono stati dei momenti che mi hanno molto commosso. La morte di Leia era inevitabile, visto che Carrie non c’è più, ma è stata svolta in maniera molto poetica e funzionale nella trama. Se Carrie fosse stata ancora tra noi, non so se Leia sarebbe comunque morta (io l’avrei voluta rivedere viva nel finale), ma con lo stato attuale delle cose, non si poteva concludere la sua storyline in maniera migliore.

Il cameo a sorpresa di Han mi ha fatto sentire ancora peggio. Non me lo aspettavo proprio. Sentire chiamare Kylo mi ha sconvolto, poi eccolo. Harrison Ford. Colui che mi ha “cresciuto” con i film di “Star Wars” e “Indiana Jones”. Ovviamente non si trattava del vero Han, ma di una visione di Kylo Ren che lo incoraggiava a prendere le parti giuste nella guerra. è stato davvero un bellissimo momento. Io non dimentico che è stato proprio Kylo a uccidere suo padre, ma mi sono davvero intenerito a vederli parlare.

Quando sembrava che Chewie fosse morto, volevo piangere. Per fortuna, il nostro mitico Wookie si trovava nell’altra navicella. Chewie non si tocca!

Il colpo di scena di Hux che tradisce il Primo Ordine mi ha sconvolto, non mi sarei aspettato affatto un doppiafaccia da parte sua. Peccato che le sue motivazioni non siano state spiegate per niente, visto che il povero ragazzo viene freddato poco dopo il suo tradimento da Pryde. Perché è diventato una spia per la Resistenza? Perché non voleva che Kylo Ren vincesse? Esigo risposte. Ora.

Mi sarebbe piaciuto vedere Kylo sopravvivere fino alla fine e vedere come avrebbe vissuto la sua nuova vita, una volta tornato Ben Solo. È morto però in un modo davvero bello, ovvero sacrificando la sua vita per resuscitare Rey, morta a causa dell’uso di troppa Forza nell’annientare una volta per tutte Palpatine. A questo punto, meglio lui che lei, visto che avrei mostrato un’opinione completamente diversa riguardo il film, se Rey fosse rimasta morta. Però, vedere il ragazzo crollare senza vita dopo aver baciato la sua amata e aver, per la prima volta in tre film, sorriso…mi ha rattristito molto.

Rey che a fine film rinnega definitivamente le sue origini (è nipote di Palpatine) e si presenta a una signora come “Rey Skywalker” (nome approvato in lontananza dai fantasmi di Luke e Leia – altri lacrimoni) ha vinto tutto.

Ecco perché il finale l’ho reputato bello, ma triste allo stesso tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »