Latest Post

DOCTOR STRANGE NEL MULTIVERSO DELLA FOLLIA HEARTSTOPPER – La serie che TUTTI dovrebbero vedere BRIDGERTON – Trashata o roba seria? Storia in due stagioni
I protagonisti di "Heartstopper"

“Heartstopper” è una serie che serviva.

Personalmente, non avevo mai sentito parlare delle graphic novel, da persona ignorante quale sono.

L’adattamento televisivo mi è stato consigliato e grazie al cielo l’ho vista subito.

Quanto è bella: non solo infonde bei sentimenti, ma insegna un sacco di cose.

“Heartstopper” è una serie che TUTTI dovrebbero vedere.


Diretta da Euros Lyn e scritta da Alice Oseman, “Heartstopper” è una serie televisiva britannica, tratta dalle graphic novel omonime, sempre scritte da Oseman. La serie è stata rilasciata come serie originale Netflix.


Dei personaggi così relatable, sono commosso

I protagonisti di “Heartstopper” sono Charlie Spring (Joe Locke) e il suo compagno di classe Nick Nelson (Kit Connor).

Intorno a Charlie girano diversi personaggi, come i suoi migliori amici Tao (William Gao), Elle (Yasmin Finney) e Isaac (Tobie Donovan), la sorella Tori (Jenny Walser), il suo ragazzo Ben (Sebastian Croft) e il bullo Harry (Cormac Hyde-Corrin).

Altri personaggi importanti sono Tara (Corinna Brown) e Darcy (Kizzy Edgell), compagne di classe di Elle; il professor Ayaji (Fisayo Akinade), amico e confidente di Charlie; Imogen (Rhea Norwood), una ragazza innamorata di Nick, e Sarah (il Premio Oscar Olivia Colman), madre di Nick.


Il cast è perfetto. Ogni personaggio ha una sua identità ed è così realistico che è impossibile non immedesimarsi in ognuno di loro…a parte Harry perché è un bullo.

Se vi riconoscete in un cretino omofobo e transfobico, c’è qualcosa che non va.

Gli attori sono comunque bravissimi e naturali, nei loro ruoli.

Il fatto che gran parte del cast sia formata da membri della comunità LGBTQ+ rende il tutto di gran lunga migliore.

Chi non vorrebbe abbracciare Charlie, Nick oppure Elle?

È raro, ormai, trovare personaggi che riescano a parlare agli spettatori attraverso i loro pregi e difetti.


“Heartstopper”: amore, consapevolezza, scoperta

Il giovane Charlie comincia un nuovo anno scolastico e si trova subito a doversi allontanare da una relazione tossica.

Per sua fortuna, ha presto l’occasione di voltare pagina, grazie alla fortissima cotta per il compagno di banco, Nick: carino, popolare, simpatico.

Tantissimi pregi.

La domanda fondamentale, però, è: potrebbe ricambiare i sentimenti di Charlie?

Mentre dovrà risolvere questa piccola questione, Charlie dovrà affrontare anche i cambiamenti nel rapporto con i suoi migliori amici.


Charlie e Nick sono i protagonisti della serie, ma nel corso degli episodi abbiamo modo di vedere anche vicende che coinvolgono in prima persona altri personaggi, come Tao, Elle e Tara.

C’è un continuo evolversi di sentimenti, amicizie e relazioni. Gli episodi brevi rendono la storia ancora più coinvolgente.

Il pregio maggiore di “Heartstopper”, però, consiste nelle tematiche affrontate: omosessualità, bisessualità, transessualità e il loro impatto sulla società, in questo caso le scuole frequentate dai protagonisti.

Sono tutti argomenti ancora molto attuali e vengono trattati senza ricorrere a esagerate trasgressioni o tragedie greche.

Può sembrare forse troppo zuccheroso o cringe, ma si tratta pur sempre di una storia ambientata al liceo: bei tempi pieni di leggerezza, se vissuti bene.


Ambientazioni e musiche da relax

Non solo mi sono innamorato della storia, ma anche delle ambientazioni: quanto è bella la campagna inglese.

Fa strano vedere scuole solo per maschi o per femmine (in Italia non sembrano così popolari o presenti), ma sono tutti luoghi accoglienti e affascinanti.

La colonna sonora aiuta a immergersi nel mood tranquillo e romantico della serie.


Finalmente abbiamo una serie come “Heartstopper”, in grado di trattare tematiche delicate e attuali in maniera semplice, leggere e realistica, senza esagerare.

I personaggi sono carinissimi e la storia è appassionante.

Non ero minimamente a conoscenza della graphic novel…ora la voglio recuperare tutta.

Per quanto riguarda la serie, infine, si tratta di un prodotto che possono guardare tutti, a prescindere dall’età o dall’orientamento sessuale.

Anzi, lo DEVONO guardare tutti.

Soprattutto gli omofobi.

Sai quanti schiaffi morali?

“Heartstopper” è disponibile qui!

RedNerd Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »